fengtwrku.ac.th .


37 views
Uploaded on:
Category: Funny / Jokes
Description
2. ??????????????. ????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????. 3. ???????????????. ????? ??????????????????????????????????????????? 8086 ?????? 16 ??? ?????????????????????????? ????????????????????????????????????????????????????????? ????????????????????????????????????????????.
Transcripts
Slide 1

Presenta: Depressione baby blues. La relazione interrotta all\'alba di una nuova vita: strategie di intervento Prima giornata di studio e approfondimento destinata a psichiatri, ginecologi, pediatri, psicologi e medici di base Venerdì 9 maggio 2003 – Villa Tuscolana, Frascati

Slide 2

LA DEPRESSIONE POST-PARTUM Terapie psicologiche Antonio Onofri Psichiatra SPDC Ospedale Santo Spirito, Roma Didatta Società Italiana di Terapia Cognitiva e Comportamentale Docente Associazione di Psicologia Cognitiva, Roma

Slide 3

I Disturbi psichiatrici baby blues: Maternity blues (fenomeno transitorio; 50-80% delle donne) Depressione Post partum Psicosi baby blues (1-2 casi ogni 1000) Disturbo da Panico PP Disturbo Ossessivo Compulsivo PP Disturbo da Stress Post Traumatico PP

Slide 4

La Depressione Post Partum Interessa around il 13% delle donne Si instaura soprattutto nei primi tre mesi Almeno due settimane di umore disforico Mancanza di interesse o piacere nelle comuni attività Disturbi del sonno Sensi di colpa, fatica, diminuzione della concentrazione, disturbi dell\'appetito, disturbi della psicomotricità, bassa autostima, sensazioni di disperazione e sfiducia, ideazione suicidaria

Slide 5

Il decorso: Il half delle madri non trattate risultano ancora depresse dopo 6 mesi Il 25% delle madri non trattate risultano ancora depresse dopo 1 anno

Slide 6

Fattori di rischio: Complicazioni ostetriche Parti pretermine Parti multipli: spesso associati a parti pretermine, comportano maggiore deprivazione di sonno, isolamento sociale e richieste proceed with da parte dei gemelli (il 25% delle mamme sviluppa DPP) Disturbi del sonno nel bambino Bassa autostima materna Basso sostegno sociale Scarse conoscenze dello sviluppo juvenile Precedente DPP La sintomatologia è spesso sottodiagnosticata (fino al half dei casi) anche perché le donne che soffrono di DPP tendono a nascondere ciò che provano.

Slide 7

Altri fattori di rischio: Eventi di vita stressanti Particolari push nell\'accudimento del bambino Difficoltà coniugali Problemi economici e caratteristiche sociodemografiche Altri problemi di salute della donna (dolori genitali, febbre e infezioni, sensazione di lassità addominale) Fattori di personalità Familiarità psichiatrica

Slide 8

La bassa autostima: Le madri con bassa autostima risulterebbero 39 volte più esposte ai sintomi depressivi baby blues rispetto a quelle con alta autostima. Ne discende l\'importanza di interventi volti advertisement agire sulla qualità dei rapporti interpersonali in grado di aumentare la autostima delle donne con DPP ( Nurs Res, 1996)

Slide 9

Lo scarso sostegno sociale: Mancanza di sostegno percepito dai membri del gruppo e mancanza di sostegno percepito durante la gravidanza. Ne discende l\'importanza di interventi tesi a ridurre i shortfall di sostegno sociale ( Psychol Med, 1998) In uno studio inglese, già il sostegno psicosociale preparto è risultato in grado di prevenire la depressione baby blues ( Psychol Med, 2000)

Slide 10

La difficoltà nella comunicazione: Importanza dello screening diagnostico operato dalle ostetriche I sentimenti di colpa, vergogna, paura possono rimanere non espressi apertamente Le emozioni di rabbia e irritabilità sono segnali particolarmente importanti Le madri hanno bisogno di sentirsi sicure per aprirsi e comunicare le proprie emozioni e i propri pensieri negativi. Quindi è importante set out esplicitamente alle madri il "permesso" di parlare liberamente dei propri sentimenti.

Slide 11

L\'esperienza della DPP: La sensazione di mancanza di controllo è, secondo Beck, il problema centrale che sottosta all\'esperienza della Depressione Post Partum. La sensazione di mancanza di controllo su: * emozioni * pensieri * comportamento (Beck, 1998, 2001, 2002)

Slide 12

L\'esperienza secondo le donne: Studio condotto su un gruppo di donne di Hong Kong ( Issues & Innovations in Nurs Prac, 2002) Sentirsi intrappolate in una situazione senza by means of d\'uscita L\'ambivalenza verso il bambino accompagnata da "pensieri terribili" Coniuge scarsamente protettivo Familiari del marito dominanti e controllanti

Slide 13

Le "cause" secondo le madri: Non avere qualcuno con cui parlare apertamente, che condivida e capisca il problema Non avere una amicizia intima Non ricevere aiuto senza doverlo chiedere Sentirsi socialmente confine

Slide 14

"Che cosa aiuta", secondo le madri: Amicizie Far parte di un gruppo di sostegno tra pari I consigli delle madri alle madri: " trovare qualcuno con cui parlare, meglio se un\'altra donna con bambini"

Slide 15

L\'esperienza della DPP/2: E\' caratterizzata da: Sentirsi sopraffatte dalle responsabilità dell\'accudimento del bambino Sensazione paralizzante del "non farcela" Costruzione di un muro di separazione tra sé e il bambino Sensi di colpa, pensieri irrazionali, rabbia Fallimento nel rispondere ai segnali del bambino

Slide 16

L\'esperienza della DPP/3: Beck individua un processo a quattro stadi di "wavering on the edge" nel tentativo di fronteggiare il problema della sensazione della mancanza di controllo: * l\'incontro con il terrore (ansia marcata, pensieri ossessivi, confusione mentale) * la morte del Sé (il Sé usuale non è più presente; sensazione allarmante di irrealtà) * la lotta per la sopravvivenza (le assorted richieste di aiuto) * il ristabilimento del controllo (e il rimpianto per il rhythm perduto a causa della DPP nel rapporto con il bambino)

Slide 17

L\'esperienza della DPP/4: Beck individua quattro aree di esperienza: * discrepanza tra aspettative e realtà (l\'equazione mitica maternità = gioia e soddisfazione totali genera aspettative irrealistiche e conseguente delusione) *la sensazione di una spirale che trascina verso il basso *la sensazione pervasiva di perdita *la sensazione liberatoria legata alla guarigione (arrendersi, riconoscere il proprio bisogno di aiuto, lottare per sopravvivere, reintegrazione/cambiamento)

Slide 18

Da che cosa nasce l\'esigenza di terapie psicologiche nella DPP: Efficacia non totale dei farmaci Riluttanza alla terapia farmacologica (alto numero di drop-out) soprattutto nelle donne che allattano Persistenza di sintomi residui e rischio di Depressione Maggiore Ricorrente Effetti sulla interazione madre-bambino e sullo sviluppo mentale e comportamentale del bambino ( J Clin Psych, 1998)

Slide 19

Influenza della DPP sul comportamento materno: Comportamento materno meno affettuoso Minore responsività ai segnali del bambino Ritiro emozionale e appiattimento affettivo; ostilità e intrusività; le madri diventano più esigenti,discontinue ed evitanti, meno inclini al gioco e al contatto fisico; aumenta il rischio di maltrattamento (oltre a quello di separazioni coniugali e divorzi)

Slide 20

Influenza della DPP sullo sviluppo del bambino: L\'impatto della DPP sul bambino persiste oltre l\'infanzia: risultano avere più bassi punteggi di QI a 11 anni e risultano più iperattivi e distraibili; cresce la frequenza di attaccamenti insicuri, di ritardo nello sviluppo emozionale, di interazioni sociali difficili, di problematiche psicopatologiche; si rallenta lo sviluppo del linguaggio espressivo.

Slide 21

Evidence-based treatment: Ancora non esiste nessuna pratica psicoterapeutica sufficientemente prove –based per la DPP, mama c\'è consenso sulla necessità di associare terapie farmacologiche a terapie psicologiche ( Postgrad Med, 2001)

Slide 22

I limiti delle ricerche: Alta tendenza della DPP a guarire spontaneamente, perlopiù in 4-6 mesi Esistono pochi studi controllati in doppio cieco, e perlopiù sono confronti tra piccoli gruppi in trattamento e gruppi non trattati Pochi studi hanno confrontato tra loro gli esiti di diversi trattamenti Pochi studi nel lungo termine

Slide 23

Le tre dimensioni del trattamento: Farmacoterapia Psicoterapia Sostegno psicosociale

Slide 24

Gli interventi psicologici più utilizzati: Interventi preventivi (informazione, gruppi di psicoeducazione and so forth, sia "tra pari" sia condotti da ostetriche) Gruppi di mutuo aiuto Terapie cognitivo-comportamentali, di gruppo e individuale Inter-Personal Therapy, di gruppo e individuale Interventi sull\'interazione madre-bambino Interventi di orientamento psicodinamico sulla storia personale della donna

Slide 25

Gli strumenti di valutazione: Il Beck Depression Inventory La Edimburgh Postpartum Depression Scale La Post Partum Depression Screening Scale

Slide 26

Scala per la depressione Peri-Partum di Edimburgo (Cox, Olden & Sagowsky, 19 ) Sono in grado di ridere e vedere il lato divertente delle cose Mi pongo in modo positivo verso gli eventi Mi sento colpevole senza motivo quando le cose non vanno bene Mi sento ansiosa e preoccupata senza motivo Mi sento spaventata e nel panico senza motivo Mi sento sopraffatta dalle cose che accadono Sono così infelice che ho difficoltà a dormire Mi sento triste e avvilita Sono così infelice che piango Mi viene in mente di farmi del male

Slide 27

La Post Partum Depression Screening Scale 7 aree indagate – 35 things: Disturbi del sonno e dell\'alimentazione Ansia e insicurezza Instabilità emotiva Confusione mentale Perdita del sé Colpa/vergogna Ideazione autolesiva

Slide 28

Obiettivi della terapia cognitiva Identificare e controllare i pensieri, le convinzioni e gli assunti negativi Identificare gli errori logici contenuti nelle convinzioni Identificare elective realistiche e vantaggiose ai modi di pensare (modificazione delle disfunzioni intellectual)

Slide 29

La Depressione TRIADE COGNITIVA DI BECK: visione negativa di sé, del mondo e del futuro Sentimenti di impotenza, disperazione, colpa e vergogna "Inutilità" di ogni sforzo Autosufficienza obbligata

Slide 30

La Terapia Cognitiva Standard (Beck, 1979; Klosko & Sanderson, 20

Recommended
View more...