LABORATORIO DI ITALIANO .


32 views
Uploaded on:
Category: Home / Real Estate
Description
LABORATORIO DI ITALIANO. Progettazione, obiettivi e valutazione della prova scritta; strumenti per l’aggiornamento; modelli di trattazione di temi linguistici e letterari. Sissis V corso - IV semestre – AD4 40 ore – febbraio/marzo 2005. Prof. Silvio Vitellaro. LABORATORIO DI ITALIANO.
Transcripts
Slide 1

LABORATORIO DI ITALIANO Progettazione, obiettivi e valutazione della prova scritta; strumenti per l\'aggiornamento; modelli di trattazione di temi linguistici e letterari. Sissis V corso - IV semestre – AD4 40 mineral – febbraio/marzo 2005 Prof. Silvio Vitellaro

Slide 2

LABORATORIO DI ITALIANO Parte prima ANALISI DEI TESTI LETTERARI

Slide 3

ESAME DI STATO 2002 - PRIMA PROVA TIPOLOGIA A - IL TESTO POETICO S. QUASIMODO, Uomo del mio rhythm 1 Sei ancora quello della pietra e della fionda, 2 uomo del mio beat. Eri nella carlinga, 3 con le ali maligne, le meridiane di morte, 4 -t\'ho visto - dentro il carro di fuoco, alle forche, 5 alle ruote di tortura. T\'ho visto: eri tu, 6 con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio, 7 senza love, senza Cristo. Hai ucciso ancora, 8 come sempre, come uccisero i padri, come uccisero 9 gli animali che ti videro per la prima volta. 10 E questo sangue odora come nel giorno 11 quando il fratello (1) disse all\'altro fratello: 12 "Andiamo ai campi". E quell\'eco fredda, tenace, 13 è giunta fino a te, dentro la tua giornata. 14 Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue 15 salite dalla land, dimenticate i padri: 16 le loro tombe affondano nella cenere, 17 gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore. Note: (1) è Caino che incite Abele a seguirlo Salvatore Quasimodo, siciliano (1901-1968), collaboratore delle maggiori riviste letterarie del ventennio, insegnante di italiano al Conservatorio di Milano, fu premio Nobel nel 1959. Rappresentante autorevole dell\'ermetismo, cioè di una scuola poetica caratterizzata dalla concezione della poesia come linguaggio assoluto, puro, suggestivo, musicale, a seguito dell\'esperienza della guerra e del dopoguerra si orientò in una direzione diversa: i poeti dovevano saper dialogare con gli altri uomini ed esprimere i temi sociali. Questa poesia, inserita nella raccolta "Giorno dopo giorno" pubblicata nel 1947, riflette questo orientamento.

Slide 4

ESAME DI STATO 2002 - PRIMA PROVA TIPOLOGIA A – LE CONSEGNE 1) Comprensione del testo Dopo una prima lettura, riassumi il contenuto informativo del testo in non più di dieci righe. 2) Analisi del testo Spiega il significato delle espressioni "ali maligne", "meridiane di morte" e confrontale con la definizione che il poeta dà dell\'uomo al verso 1. Interpreta la connessione tra "scienza esatta" e "sterminio" e spiega il significato della parola "persuasa" che fa da connettivo. Illustra il senso della espressione "E questo sangue odora" partendo dalla dura affermazione dei versi 7-9. La proposizione "senza", il verbo "uccidere", la congiunzione "come" si ripetono con insistenza nei versi 7-8. Per comunicare che cosa? Rifletti sul rapporto tra l\'uomo "senza Cristo" e il ricordo di Caino e Abele. Nei versi conclusivi i figli sono esortati a dimenticare i padri con alcune metafore. Spiegane il significato. 3) Interpretazione complessiva e approfondimenti Questa poesia è stata scritta nell\'ultimo, atroce periodo della Seconda guerra mondiale. Contestualizzala, scegliendo uno o più dei seguenti ambiti di riferimento: - Altre liriche dello stesso Quasimodo; - Testi poetici di autori a lui contemporanei o correnti artistico-letterarie coeve; - La situazione socio-economica e politica dell\'Italia nella prima metà del Novecento.

Slide 5

ESAME DI STATO 2001 - PRIMA PROVA TIPOLOGIA A - IL TESTO NARRATIVO Cesare Pavese, La luna e i Falò C\'è una ragione perché sono tornato in questo paese, qui e non invece a Canelli, a Barbaresco o in Alba. Qui non ci sono nato, è semi certo; dove child nato non lo so; non c\'è da queste parti una casa né un pezzo di land né delle ossa ch\'io possa desperate "Ecco cos\'ero prima di nascere". [… ] Ma ero già un ragazzo fatto e il municipio non ci pagava più lo scudo, che io ancora non avevo ben capito che non essere figlio di Padrino e della Virgilia voleva critical non essere nato in Gaminella, non essere sbucato da sotto i noccioli o dall\'orecchio della nostra capra come le ragazze. Cesare PAVESE è nato nel 1908 a Santo Stefano Belbo, piccolo centro del Piemonte meridionale nella zona collinare delle Langhe ed è morto a Torino nel 1950. Ha esordito come poeta e traduttore di romanzi americani, per poi affermarsi come narratore. Il brano è tratto dal romanzo La luna e i falò, pubblicato nel 1950. La vicenda è raccontata in prima persona dal protagonista, Anguilla, un trovatello allevato da poveri contadini delle Langhe, il quale, dopo affirm fatto fortuna in America, ritorna alle colline della propria infanzia.

Slide 6

ESAME DI STATO 2001 - PRIMA PROVA TIPOLOGIA A – LE CONSEGNE 1. Comprensione complessiva Dopo una prima lettura, riassumi il contenuto informativo del testo in non più di dieci righe. 2. Analisi e interpretazione del testo 2.1 "C\'è una ragione...". Individua nel testo la ragione del ritorno del protagonista. 2.2 I paesi e i luoghi della propria infanzia sono indicati dal protagonista con i loro nomi propri e con insistenza. Spiegane il senso e la ragione. 2.3 Spiega il significato delle espressioni "non c\'è da queste parti una casa né un pezzo di land, né delle ossa" e chiarisci il senso della ricerca di se stesso "prima di nascere". 2.4 La parola "carne" ritorna nel testo tre volte. Spiega il significato di questa parola e della sua iterazione. 2.5 Spiega come poter conciliare l\'affermazione "tutte le carni sono buone e si equivalgono" con il desiderio che uno ha "di farsi land e paese" per durare oltre l\'esistenza individuale ed effimera. 2.6 La parola "bastardo" ricorre con insistenza. Spiegane il significato in riferimento alla situazione specifica in cui il termine viene di volta in volta collocato. 3. Interpretazione complessiva e approfondimenti Sulla base dell\'analisi condotta, proponi una tua interpretazione complessiva del brano ed approfondiscila collegando questa pagina iniziale di La luna e i falò con altre composition o poesie di Pavese eventualmente lette. In mancanza di questa lettura, confrontala con testi di altri scrittori contemporanei o non, nei quali ricorre lo stesso tema del ritorno alle origini. Puoi anche riferirti alla situazione storico-politica dell\'epoca o promotion altri aspetti o componenti culturali di tua conoscenza.

Slide 7

Scrivi la consegna Giovanni Pascoli, Nebbia Nascondi le cose lontane, tu nebbia impalpabile e scialba, tu fumo che ancora rampolli, su l\'alba, da\' lampi notturni e da\' crolli  d\'aeree frane! 1 Nascondi le cose lontane, nascondimi quello ch\'è morto! Ch\'io veda soltanto la siepe   dell\'orto, la mura 2 ch\'ha piene le crepe di valer ï ane.  Nascondi le cose lontane: le cose child ebbre di pianto! Ch\'io veda i due peschi, i due meli,  soltanto, che dànno i soavi lor mieli   pel nero mio sheet. Nascondi le cose lontane che vogliono ch\'ami e che vada! Ch\'io veda là solo quel bianco di strada, che un giorno ho da toll tra stanco wear di campane... Nascondi le cose lontane, nascondile, involale al volo del cuore! 3 Ch\'io veda il cipresso là, solo, qui, solo quest\'orto, cui presso sonnecchia il mio stick. 1 tu fumo...frane: tu fumo che all\'alba scaturisci ("rampolli") dai temporali notturni ("lampi") e dal precipitare di masse ("frane") d\'aria ("i tuoni"). 2 la mura: femminile arcaico per "muro". 3 involale...cuore: allontanale dal mio cuore (che potrebbe sentirne il desiderio).

Slide 8

Schema di consegna Comprensione del testo Analisi del testo Confronti e approfondimenti Interpretazione e approfondimenti

Slide 9

ANALISI DEL TESTO esempio di consegna Che cosa ci vuol comunicare il poeta con l\'uso del modo imperativo e con la ripetizione del primo verso di ogni strofa? Quale significato accept la nebbia in questa poesia? Quali sono i temi della poesia e quali riflessioni ispirano? Spiega il significato dell\'espressione " le cose child ebbre di pianto ". Prova advertisement illustrare la funzione e il significato degli aspetti formali della poesia (lessico, suoni e figure di suono, metro, ritmo, figure metriche, figure retoriche, morfologia e sintassi).

Slide 10

SCHEDA D\'ANALISI PER LA POESIA I. L\'autore Individuazione di tutti gli elementi che si riferiscono all\'autore implicito, alla sua psicologia, ai suoi sentimenti, alle sue idee ecc. II. Il destinatario Individuazione di tutti gli elementi che lo definiscono e lo caratterizzano. III. Il referente Illustrazione di eventuali riferimenti a fatti, persone, situazioni esterne al testo, indispensabili per la sua comprensione.

Slide 11

SCHEDA D\'ANALISI PER LA POESIA IV. La struttura del testo 1. Individuazione dei motivi e del tema del testo (suddivisione del testo in parti tematicamente concluse, raggruppamento di bone parti in complessi tematici più ampi, definizione del tema generale del testo). Particolare attenzione va prestata ai personaggi, alle descrizioni di ambienti e paesaggi, all\'espressione di sentimenti, alle invocazioni o alle proteste ideologiche ecc. Si individuino anche i motivi ricorrenti, i topoi , e i legami che s\'instaurano fra i diversi motivi del testo (di successione, di ripetizione, di opposizione ecc.); 2. individuazione del significato simbolico di alcuni motivi del testo; 3. individuazione del significato ideologico di alcuni motivi del testo o del suo tema generale; 4. analisi delle strutture retorico-stilistiche: le figure retoriche o tropi; il registro stilistico: alto, medio, basso, epico, tragico, comico, umoristico, satirico, elegiaco-sentimentale, bucolico, epigrammatico ecc.; il genere (poesia storica, patriottica, lirica, epica ecc.) e sue eventuali modificazioni;

Recommended
View more...