PowerPoint Presentation - Liceo Polivalente .


35 views
Uploaded on:
Description
Arte e Scienza. Progetto a cura della 4°Cs Liceo Scientifico Tecnologico P.E. Imbriani Avellino Anno Scolastico 20089 Debora Esposito Pierluigi Lanzotti Domenico Lombardi Marika Tassa Coordinatori Professoressa Rosa Di Zeo Professoressa Ida Grella.
Transcripts
Slide 1

Arte e Scienza Progetto a cura della 4°Cs Liceo Scientifico Tecnologico P.E. Imbriani Avellino Anno Scolastico 2008\09 Debora Esposito Pierluigi Lanzotti Domenico Lombardi Marika Tassa Coordinatori Professoressa Rosa Di Zeo Professoressa Ida Grella

Slide 2

Struttura progetto Unitarietà tra arte e scienza, tra cuore e ragione Galilei come esempio di scrittore e divulgatore scientifico F orma e contenuti: i nostri lavori L a luna da Dante a Spaziani

Slide 3

I nostri lavori le poesie Ellisse errante Quasi mesostico Si muove Percorso storico letterario

Slide 4

Ellisse Errante Ellisse errante intorno al Sole, Bellissimo corpo come la Terra. Sporgenze, cavità, anfratti Superficie piacevole all\'occhio. Mirabile Luna scabra e ineguale. Lombardi Domenico 4°Cs Liceo Scientifico Tecnologico P.E. Imbriani Avellino

Slide 5

Quasi mesostico c A ndido a S tro ricoper T o da una supe R ficie ruv I da Esposito Debora Tassa Marika 4°Cs Liceo Scientifico Tecnologico P.E. Imbriani Avellino

Slide 6

Si muove Senza alcuna speranza e vane Illusioni erri nella cupa by means of, Mille le charge di eresia Umile l\'onor di un solo stick Osservar volle quelle stelle Vaneggianti nel cielo Eppur si muove, magistralmente. Lanzotti Pierluigi 4°Cs Liceo Scientifico Tecnologico P.E.Imbriani Avellino

Slide 7

Galilei come esempio di scrittore scientifico e divulgatore Questo lavoro, che ha come tema principale l\'unitarietà tra arte e scienza, vede come fulcro Galileo Galilei, lo scienziato che più di ogni altro ha contribuito alla riformulazione dei metodi di ricerca della scienza moderna . Le sue innovazioni non interessano soltanto l\'ambito tecnico-scientifico, mama hanno importanti risvolti in campo filosofico e letterario. La scienza rappresenta per Galileo motivo di meraviglia e di entusiasmo in quanto offre continuamente nuove scoperte e quindi nuove conoscenze scientifiche. Le opere composte da Galileo Galilei, oltre advertisement essere scientifiche sono anche letterarie, come si può verificare considerando la cura nella scelta del lessico e delle figure retoriche. Galilei,primo grande divulgatore, rinuncia all\'uso del latino e sceglie l\'italiano per una esposizione precisa e comprensibile a tutti. In questo modo permette la diffusione delle nuove idee al popolo dei non "colti".

Slide 8

Forma e contenuti: i nostri lavori Molti stimoli di riflessione sono scaturiti dalla visione del film Galileo di Liliana Cavani. Le situazioni, i dialoghi, le varie fasi della ricerca di Galilei hanno offerto un percorso informativo utilissimo e anche chiarificatore, poiché gli studenti hanno riconosciuto e collegato contenuti già affrontati nelle varie train, mama hanno colto ancor meglio l\'organicità del sapere. Un aspetto certamente non secondario ha riguardato le osservazioni sugli ambienti, architetture e giardini tipicamente seicenteschi, e la riproduzione del clima soffocante dell\'Inquisizione. L\'analisi del film ha coinvolto, quindi, letteratura, storia, fisica, astronomia, matematica. La comprensione dei testi poetici è il risultato di un percorso intrapreso due anni fa sostenuto dagli insegnamenti dei nostri professori. Grazie alla lettura e all\'analisi di questi testi, non solo poetici, abbiamo acquisito le necessarie capacità per creare autonomamente lavori letterari.

Slide 9

La Luna da Dante a Spaziani Nel corso della storia della letteratura molti nomi celebri si sono ispirati alla luna per le proprie composizioni. Partendo dal Sommo Poeta che nella sua "Divina Commedia", nel II canto del Paradiso , nell\'ascesa verso l\'Empireo arriva alla sfera della Luna e si trova come immerso in una nube "lucida spessa solida e pulita", metaphor an un diamante percosso dai raggi solari. La preziosa e incorruttibile gemma ("etterna margarita") accoglie Dante come un raggio luminoso penetra in una massa d\'acqua senza disgregarla.

Slide 10

Durante il Rinascimento, poi, altri poeti si sono dedicati al nostro satellite. La Luna dell\'Ariosto è di acciaio e senza macchia: uno specchio della land che offre però immagini rovesciate; è l\'esatto complemento della land dal momento che sulla luna si trova tutto ciò che sulla land si è perso o per errore o per colpa del beat o della fortuna. Italo Calvino nel suo racconto del Furioso scrive: Nulla mai nell\'universo va perduto. Le cose perse in land, dove vanno a finire? Sulla Luna. Nelle sue bianche valli si ritrovano la fama che non resiste al beat, le preghiere in malafede, le lacrime e i sospiri degli amanti, il rhythm sprecato dai giocatori. Ed è là che, in ampolle sigillate, si conserva il senno di chi ha perduto il senno, in tutto o in parte… .Passando la sfera del fuoco senza bruciarsi, entrano nella sfera della Luna, d\'acciaio immacolato. La Luna è un mondo grande come il nostro, mari compresi. Vi sono fiumi, laghi, pianure, città, castelli, come da noi; eppure altri da quelli nostri. Land e Luna, così come si scambiano dimensioni e immagine, così invertono le loro funzioni: vista di quassù, è la Terra che può essere detta il mondo della Luna; se la ragione degli uomini è quassù che si conserva, vuol critical che sulla Terra non è rimasta che pazzia.

Slide 11

Le analogie e le differenze del rapporto che poeti e scienziati hanno avuto con la luna, è il tema del resoconto di Galileo, che proprio scrutando la luna sconvolge il modello aristotelico-tolemaico fondato sulla rigida distinzione tra cielo e land. Dirà Calvino: E\' la prima volta che la Luna diventa per gli uomini un oggetto reale, che viene descritta minutamente come cosa tangibile . Infatti nel 1609 Galileo punta il suo cannocchiale sulla Luna e anche lui vede che la Terra e la Luna non sono poi così various come i grandi filosofi avevano sempre sostenuto. All\'improvviso, la configurazione del paesaggio lunare, scabro, ineguale, con rilievi e avvallamenti , dimostrò che non esisteva alcuna differenza sostanziale tra la land e gli altri corpi celesti, nel senso che anche questi sono esposti alla corruzione.

Slide 12

I Pitagorici La dottrina fondamentale dei Pitagorici è che la sostanza delle cose è il numero. Secondo Aristotele ( Metafisica I, 5) i Pitagorici, che erano stati i primi a far progredire la matematica, cedettero che i principi della matematica fossero i principi di tutte le cose; e poiché i principi della matematica sono i numeri, parve loro di vedere nei numeri, più che nel fuoco, nella land o nell\'aria, molte somiglianze con le cose che sono o che divengono. La grande scoperta dei Pitagorici, quella scoperta che ne determina l\'importanza nella storia della scienza occidentale, consiste appunto nella funzione fondamentale che essi hanno riconosciuta alla misura matematica per intendere l\'ordine e l\'unità del mondo. Per primi i Pitagorici hanno dato espressione tecnica all\'aspirazione fondamentale dello spirito greco verso la misura, quell\'aspirazione che Solone esprimeva dicendo: "La cosa più difficile di tutte è cogliere l\'invisibile misura della saggezza". Come sostanza del mondo il numero è il modello originario delle cose, giacché costituisce, nella sua perfezione ideale, l\'ordine in esse implicito. ( Nicola Abbagnano-STORIA DELLA FILOSOFIA-UTET)

Slide 13

La Bibbia IN PRINCIPIO In principio Dio creò il cielo e la land. Ora la land time informe e deserta e le tenebre ricoprivano l\'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque. Dio disse: "Sia la luce!". E la luce fu. Dio vide che la luce period cosa buona e separò la luce dalle tenebre e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno. Dio disse:"Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque". Dio fece il firmamento e separò le acque, che sono sotto il firmamento, dalle acque, che sono sopra il firmamento. E così avvenne. Dio chiamò il firmamento cielo. E fu sera e fu mattina: secondo giorno. (dalla Bibbia: GENESI – vv. 1-8) SOLE DI GIUSTIZIA I cieli narrano la gloria di Dio, e l\'opera delle sue mani annunzia il firmamento. Il giorno al giorno ne affida il messaggio e la notte alla notte ne trasmette la notizia. (...) Là posture una tenda for every il sole che esce come sposo dalla stanza nuziale, esulta come prode che percorre la by means of. Egli sorge da un estremo del cielo e la sua corsa raggiunge l\'altro estremo: nulla si sottrae al suo calore. ( dalla Bibbia-SALMO 19 vv. 2-3; 6-7)

Slide 14

La Luna secondo Dante e Ariosto La luna secondo Dante Parev\'a me che nube ne coprisse lucida, spessa, solida e pulita, semi adamante che lo sol ferisse. Per entro sé l\'etterna margarina ne ricevette, com\'acqua recepe raggio di luce permanendo unita. ( PARADISO, canto II vv. 31 – 36) La luna secondo Ariosto Tutta la sfera varcano del fuoco, et indi vanno al regno della luna. Veggon per la più parte esser quel loco come un acciar che non ha macchia alcuna; e lo trovano uguale, o minor poco, di ciò ch\'in questo loco si raguna, in questo ultimo globo della land, mettendo il damage che lo circonda e serra. (...) Altri fiumi, altri laghi, altre campagne child là su, che non child qui tra noi; altri piani, altre valli, altre montagne, c\'han le cittadi, hanno i castel

Recommended
View more...