Pratici e professori: avvocati e giudici .


29 views
Uploaded on:
Category: Sales / Marketing
Description
Pratici e professori: avvocati e giudici. I giuristi del mos italicus. Contrapposizione polemica nel Cinquecento tra mos italicus e mos gallicus Ma mos gallicus non è ignorato (es.:Marco Mantua Benavides), pure se incontrerà maggiore diffusione in Italia nei secoli successivi
Transcripts
Slide 1

Pratici e professori: avvocati e giudici

Slide 2

I giuristi del mos italicus Contrapposizione polemica nel Cinquecento tra mos italicus e mos gallicus Ma mos gallicus non è ignorato (es.:Marco Mantua Benavides), unadulterated se incontrerà maggiore diffusione in Italia nei secoli successivi Alberico Gentili difende il mos italicus nei De iuris interpretibus dialogi sex Orientamento fortemente pratico coffee soprattutto nel genere, largamente diffuso, dei Consilia , e nei Tractatus dedicati alla trattazione puntuale di temi di diritto pubblico e privato, con taglio soprattutto pratico mama, a volte, anche più teorico

Slide 3

I giuristi del mos italicus e i trattati Il veronese Bartolomeo Cipolla (420-1475), autore di Cautelae e di un celeberrimo trattato De servitutibus , oltre che di 80 Consilia criminalia Il venosino Roberto Maranta (1476-1534/1535), autore di un De ordine iudiciorum e di uno Speculum aureum, et lumen Advocatorum

Slide 4

I giuristi del mos italicus e i trattati Francesco Mantica (1534-1614), autore del trattato De coniecturis ultimarum voluntatum , Il lombardo Jacopo Menochio (1532-1607), professore a Pavia e Padova, autore di una raccolta monumentale di Consilia , mama anche di trattati citatissimi De arbitrariis iudicum quaestionibus , De recuperanda, adipiscenda et retinenda possessione , De praesumptionibus I Tractatus universi iuris (Venezia 1584) raccolgono alcuni noti trattati a mo\' di silloge "riassuntiva" della tradizione trattatistica accumulatasi sin a quel momento

Slide 5

I trattatisti Fuori d\'Italia, anche con flu percepibile di una diversa metodologia: André Tiraqueau , autore di De legibus connubialibus , De nobilitate et iure primogeniorum , Commentarii in L. Si vnquam. C. de reuoc. donat ecc. Pierre Rebuffi (consiliator), autore di De decimis , de congrua portione , De alienatione rerum ecclesiasticarum ecc. Charles Dumoulin , autore di un celebrato Commentaire alla Coutume di Parigi (1510), base della seconda redazione della Coutume di Parigi (1580) Jean Bodin , importante teorico dell\'assolutismo, autore dei celebri Les six livres de la République

Slide 6

Il diritto penale nell\'Italia del \'500 Egidio Bossi (14??- 1546), senatore milanese, autore dei Tractatus varii , esposizione complessiva a taglio pratico del diritto e della procedura penale e redattore riconosciuto di parte delle Novae Constitutiones Mediolani (1542) Giulio Claro (1525-1575), autore delle Receptae sententiae ( il Liber quintus sententiarum contiene una trattazione a taglio pratico di diritto e procedura penale).

Slide 7

Il diritto penale nell\'Italia del \'500/600 Tiberio Deciani (1509-1582), autore del Tractatus criminalis , alquanto influenzato dal metodo umanistico Prospero Farinaccio (1544-1618), autore della Praxis et theorica criminalis , musical show enciclopedica di diritto e procedura penale. Si delinea una teoria generale del diritto penale (soprattutto advertisement musical drama di Deciani) che va assumendo carattere scientifico

Slide 8

Il diritto penale Fuori d\'Italia: Nel Cinquecento Il belga Joos de Damhouder (Philippe de Wielant), autore della Praxis rerum criminalium Lo spagnolo Diego Covarrubias nelle sue opere teoriche e pratiche commit al sistema del diritto coevo ( Variae resolutiones e Practicarum quaestionum liber unicus )

Slide 9

Il diritto penale Nel Seicento I tedeschi Benedikt Carpzov , esperto giudice sassone, e Anton Matthes , autore del De criminibus Sono tutti autori di fama europea, largamente citati al di fuori dei confini dei loro Stati

Slide 10

Il diritto commerciale Diritto di categoria (quella dei mercanti), sviluppato grazie alle consuetudini commerciali, si sviluppa in forma trattatistica soprattutto a partire dal Cinquecento: si applica ai rapporti in cui una delle parti appartenga alla categoria (sia iscritto alla Corporazione dei mercanti) Diritto tendenzialmente privo di formalità per soddisfare le esigenze di celerità del commercio, a cui si accompagna una giurisdizione "speciale" trade Pedro de Santarem , De assecurationibus Benvenuto Stracca (1509-1578), De mercatura seu mercatore (1553)

Slide 11

Il diritto commerciale Sigismondo Scaccia , De commerciis et cambio (1619) Ansaldo Ansaldi (1651-1719), celebre giurista fiorentino, ricoprì alte cariche alla corte pontificia e fu uditore di Sacra Rota; nel 1689 create il Discursus de commercio et mercatura che gli garantì fama in tutta Europa ed una raccolta di Decisioni della Rota Romana coram Dopo le ordonnances di Luigi XIV del 1673 e 1681 si sviluppa anche in Francia una dottrina commercialistica valida

Slide 12

La scuola di Salamanca Le conquiste spagnole e portoghesi nel Nuovo Mondo furono gravide di conseguenze sul versante del diritto: si trattava di configurare in ends moralmente accettabili i rapporti tra governanti e governati (gli Amerindi) e di fissare un diritto "coloniale" Nel Cinquecento lo Studium di Salamanca diviene università d\'eccellenza per musical show di un gruppo di professori teologi-giuristi , per lo più o domenicani o gesuiti , che, teologi , scelsero di conferire centralità promotion alcuni delicati profili della materia giuridica ( giustizia , legge, diritto naturale e divino, status personali , poteri del principe, proprietà, successioni, contratti e usura)

Slide 13

La scuola di Salamanca Il domenicano Francisco Vitoria (1483?- 1546), autore di Comentarios a la Secunda secundae de Santo Tomas , di un De indis recenter inventis e di un De jure belli Hispanorum in barbaros Il domenicano Bartolomé de las Casas (1474-1566), difensore della libertà degli Indios, autore di un Breve resumen del descubrimiento y destruicion de las Indias e di un Plan para la reformacion de las Indias

Slide 14

La scuola di Salamanca Il domenicano Domingo De Soto (1494-1560), autore di trattati De iustitia et iure e De legibus Il gesuita Luis de Molina (1535-1600), autore di un trattato De iustitia et iure Francisco Suarez (1548-1617), , autore di un imponente trattato De legibus , volto a giustificare le istituzioni e le norme del diritto naturale alla luce della ragione , non solo della rivelazione

Slide 15

La scuola elegante olandese L\'Università di Leida , fondata nel 1575 , diventa un centro di irradiazione della cultura giuridica europea più innovativa : le vicende storiche, contrassegnate dalla ottenuta libertà dal dominio spagnolo , l\'intensa vitalità religiosa aperta agli influssi calvinisti e al cattolicesimo di impronta umanistica , concorrono a creare le condizioni per conferire alla civiltà fiamminga caratteri di grande splendore Si sviluppa un orientamento che congiunge l\'insegnamento dei culti (Doneau aveva insegnato a Leida) e l\'attenzione alla pratica, immaculate se della scuola culta appare più seguito l\'indirizzo storico-filologico

Slide 16

La scuola elegante olandese Il congiungimento delle due tendenze dà luogo alla c.d. giurisprudenza elegante , con ciò sottolineando lo stile preciso e conciso delle opere della scuola, prive della prolissità caratteristica della pubblicistica di diritto comune Hugo Grozio , autore di una celebrata Introduzione alla giurisprudenza olandese (1620), nella quale dimostra le sue capacità interpretative, applicate alle fonti romane e al diritto district olandese

Slide 17

La scuola elegante olandese Gerard Noodt (1647-1725), professore a Nimega e a Leida, dotato di grandi capacità interpretative storico-filologiche, autore di un Commentarium in D. Justiniani, serenissmi principis, libros 27 Digestorum sive Pandectarum, juris enucleati ex omni vetere jure collecti. Ulrik Huber (1636-1694), giudice e professore, autore delle Praelectionum juris civilis tomi tres, di Eunomia romana, sive censura censurae juris justinianaei ecc. Anton Schulting (1659-1734), esperto umanista, autore di Jurisprudentia vetus risk justinianea ex recensione et cum notis

Slide 18

Usus modernus pandectarum Arnold Vinnen scrive un commentario In quattuor libros Institutionum (1642): l\'indirizzo culto , applicato sulla sistematica delle Istituzioni, si combina con l\'attenzione per il diritto district anche consuetudinario e la prassi giudiziaria Johann Voet scrive un commentario alle Pandette coniugando il dato storico-filologico con il dato "pratico"

Slide 19

Usus modernus pandectarum Il tedesco Samuel Stryk (1640-1710) diffonde un metodo che dalla sua musical show Usus modernus Pandectarum prenderà appunto il nome di Usus modernus Pandectarum L " Usus modernnus Pandectarum coniuga il testo giustinianeo con le necessità della pratica

Slide 20

Giambattista De Luca (1613-1683) Il cardinale Giambattista De Luca (1613-1683) è considerato il più grande giurista del Seicento italiano Autore del Theatrum veritatis et iustitiae , raccolta di tutti i suoi Discursus intorno alle più importanti questioni pratiche dell\'epoca, estremamente documentato e attento alle assorted fonti del sistema del tardo diritto comune Ne fa anche una sintesi ne Il dottor volgare , in italiano, che avrà una significativa diffusione

Slide 21

Ruolo della dottrina e stampa giuridica Il diritto romano si rivela strumento duttile e polivalente : il suo impiego è largo e diffuso La dottrina , necessaria advertisement una sua interpretazione, si pone come fonte del diritto (concezione del diritto comune come diritto giurisprudenziale) Nell\'attività difensiva il ricorso alle opinioni dottrinali si fa frequentissimo: si pone quindi il problema di "distinguere" nella confusione dottrinale quella più " accreditata \', da indicare al giudice .

Slide 22

Ruolo della dottrina e stampa giuridica La confusione dottrinale è attestata e dilata

Recommended
View more...