Requisiti dei partecipanti alle technique di affidamento Capo II - artt. 34 48 D.Lgs. 163 .


22 views
Uploaded on:
Description
Requisiti dei partecipanti alle procedure di affidamento Capo II - artt. 34 – 48 D.Lgs. 163/’06. 12 giugno 2006. I soggetti a cui possono essere affidati i contratti pubblici. Art. 34, comma 2:
Transcripts
Slide 1

Requisiti dei partecipanti alle method di affidamento Capo II - artt. 34 – 48 D.Lgs. 163/\'06 12 giugno 2006

Slide 2

I soggetti a cui possono essere affidati i contratti pubblici Art. 34, comma 2: "Non possono partecipare alla medesima gara concorrenti che si trovino fra di loro in una delle situazioni di controllo di cui all\'articolo 2359 del codice civile. Le stazioni appaltanti escludono altresì dalla gara i concorrenti per i quali accertano che le relative offerte sono imputabili promotion un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi"

Slide 3

Il controllo tra concorrenti - craftsmanship. 2359 c.c., comma 1 "Sono thoughtful società controllate : 1) le società in cui un\'altra società, dispone della maggioranza dei voti esercitabili nell\'assemblea ordinaria; 2) le società in cui un\'altra società dispone di voti sufficienti per esercitare un\'influenza dominante nell\'assemblea ordinaria; 3) le società che sono sotto flu dominante di un\'altra società in virtù di particolari vincoli contrattuali con essa" N.B.: Se ricorrono questi casi: esclusione dalla gara, a prescindere da un\'espressa previsione nel bando ( proportion : l\'art. 10, c. bis L.109/94, oggi workmanship. 34, c. 2, è norma imperativa)

Slide 4

Il "controllo/collegamento sostanziale" oltre alle ipotesi dell\'articolo 2359, comma 1 c.c., espressamente richiamate dall\'art. 10, 1 bis L. 109/94 (34, 2 D.Lgs. 163/06) ipotesi di controllo/collegamento tra concorrenti che possono alterare la gara, in violazione dei principi di tutela della concorrenza, standard condicio e segretezza (vedi rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità dell\'azione amministrativa – craftsmanship. 97 Cost.)

Slide 5

Il "controllo/collegamento sostanziale" Autorità LLPP (Atto Reg. 27/\'00): Dopo la modifica introdotta con L. 415/\'98 (che ha eliminato dall\'art. 10, 1 bis L. 109/94 il riferimento alle situazioni di collegamento dell\'art. 2359, comma 3 c.c.): "… illegittima la clausola dei bandi che contenga il divieto di partecipazione delle imprese collegate in quanto il collegamento… non è astrattamente idoneo advertisement alterare gli equilibri della procedura… Tuttavia ben può ammettersi l\'introduzione di una clausola che (… ) ammonisca i concorrenti sulle conseguenze cui potrebbero andare incontro qualora, a seguito di verifiche compiute caso per caso dalla stazione appaltante, emergessero situazioni oggettive lesive della standard condicio tra concorrenti e della segretezza delle offerte"

Slide 6

Il "controllo/collegamento sostanziale" Autorità LLPP (Atto Reg. 27/\'00): "Opportuna potrebbe risultare la previsione nei bandi di una clausola mediante la quale si richieda ai partecipanti di elencare le imprese (denominazione, ragione sociale e sede) rispetto alle quali si trova in situazione di controllo, secondo quanto disposto dall\'art. 2359 c.c., o come controllante o come controllato, ovvero di dichiarare l\'inesistenza di bone situazioni, in modo che la stazione appaltante possa verificare, senza aggravio del procedimento, il rispetto delle disposzioni di cui all\'art. 10, comma 1 bis della L. 109/94" Det. 14/\'03: in determinati contesti ambientali: legittime clausole con divieto di subappalto an imprese che hanno concorso alla stessa gara

Slide 7

La Giurisprudenza sul "controllo/collegamento sostanziale" L a giurisprudenza meno recente (Cons. St. 344/94… ): situazione di intreccio degli organi amministrativi o di rappresentanza o tecnici, dalla quale sia ravvisabile un unico centro decisionale (valutazione caso per caso) N.B.: non è sufficiente l\'esistenza di rapporti di parentela o affinità.

Slide 8

La Giurisprudenza sul "controllo sostanziale" La Giurisprudenza successiva (Cons. St. 6424/01, … , Cons. St. 5792/04, 1644/05, 3089/05, … ): sono legittime le clausole inserite nei bandi di gara volte a verificare l\'eventuale sussistenza di incroci societari , da accertare gara per gara in questi casi*: - esclusione (non automatica) viene disposta in presenza di più elementi comprovanti l\'esistenza di un unico centro decisionale * mama anche in assenza di specifiche clausole (Cons. St. 1644/05, 3089/05,… )

Slide 9

La Giurisprudenza sul "controllo sostanziale" Gli elementi comprovanti in concreto l\'esistenza di un unico centro decisionale: offerte presentate nello stesso giorno/ora, con modalità uguali (dallo stesso Ufficio Postale); cauzione provvisoria rilasciata dallo stesso fideiussore (stessa agenzia, con numeri successivi,… ) redazione dei documenti con caratteristiche simili (stessa impostazione grafica, stessi errori di stampa, stesse dimensioni/colore buste) identità di numeri/fax, ubicazione delle società negli stessi uffici intrecci parentali … "indizi gravi, precisi e concordanti"

Slide 10

La Giurisprudenza sul "controllo sostanziale" Giurisprudenza minoritaria (Tar Lazio 4170/05 e 7833/05): Al di fuori delle ipotesi contenute nel 2359 c.c. e previste per legge, " le Stazioni Appaltanti non possono introdurre discrezionalmente nei bandi gara clausole di esclusione dalle gare delle imprese in situazione di collegamento sostanziale"

Slide 11

L\'art. 2497 bis c.c. (D.Lgs. 6/\'03) " La società deve indicare la società o l\'ente alla cui attività di direzione e coordinamento è soggetta negli atti e nella corrispondenza, nonché mediante iscrizione, a cura degli amministratori, presso la sezione del registro delle imprese di cui al comma successivo. [II]. È istituita presso il registro delle imprese apposita sezione nella quale sono demonstrate le società e gli enti che esercitano attività di direzione e coordinamento e quelle che vi sono soggette".

Slide 12

L\'art. 2497 bis c.c. (D.Lgs. 6/\'03) L\'attività di direzione e coordinamento: E\' presunta ( fino a prova contraria): in presenza delle situazioni di controllo del 2359 c.c., c. 1, n.1) e 2) quando c\'è l\'obbligo di consolidare i bilanci Può sussistere: in presenza delle situazioni di controllo del 2359, c. 1, n. 3) N.B.: In tutti i casi è necessario verificare in concreto che una società abbia un\'influenza rilevante sulle scelte gestionali e sull\'attività operativa dell\'altra

Slide 13

I consorzi stabili Art. 36, comma 5 (ex 12, comma 5): "È vietata la partecipazione alla medesima procedura di affidamento del consorzio stabile e dei consorziati ; in caso di inosservanza di story divieto si applica l\'articolo 353 del codice penale. Workmanship. 37, comma 7 (ex 13, comma 4): "I consorzi di cui all\'articolo 34, comma 1, lettere b) e c), sono tenuti advertisement indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara ; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato".

Slide 14

I consorzi stabili Autorità LLPP: Det. 18/\'03: l\'incongruenza è solo apparente in quanto il 12, c. 5 (37, c. 7) stabilirebbe un principio di carattere generale con il divieto di contemporanea partecipazione alla medesima gara del consorzio stabile e dei consorziati, mentre il 13, c. 4 precisa che il divieto vale per i soli consorziati indicati come esecutori Det. 11/\'04: il contrasto può essere risolto sulla base della successione temporale delle norme nel rhythm, per cui la norma che limita il divieto ai singoli consorziati esecutori (craftsmanship. 13, c. 4, introdotto con la L. 415/98) avrebbe implicitamente abrogato l\'articolo 12, c. 5

Slide 15

I consorzi stabili Cons. Stato (1529/06): Il contrasto tra le due norme deve essere interpretato a favore della norma più restrittiva (12, c. 5), volta promotion impedire che ci siano situazioni di controllo sostanziale tra Consorzio e consorziati (vista la comune struttura d\'impresa e gli inevitabili intrecci tra organi del consorzio e consorziati), come dimostra il riferimento coffee alla fattispecie penale del 353 cp, che punisce le ipotesi collusione/turbativa delle imprese in gare.

Slide 16

I consorzi stabili Det. 11/04: "… la possibilità di una partecipazione congiunta alla stessa gara del consorzio stabile e dei consorziati non indicati come direttamente interessati all\'esecuzione del lavoro, secondo l\'orientamento giurisprudenziale relativo alle ipotesi di collegamento sostanziale oltre che alle ipotesi di controllo societario, resta preclusa nel caso in cui nel consiglio direttivo del consorzio partecipino amministratori o rappresentanti legali dell\'impresa consorziata che ha fatto domanda di partecipazione autonoma alla stessa gara … "

Slide 17

I consorzi stabili Det. 11/04: "… La possibilità, pertanto, d\'una partecipazione congiunta alla medesima gara del consorzio e dell\'impresa consorziata è condizionata da una strutturazione flessibile dell\'organo deliberante del consorzio in funzione dell\'imprescindibile esigenza di salvaguardare comunque la segretezza delle offerte".

Slide 18

I raggruppamenti temporanei – workmanship. 37 Comma 1: "Nel caso di lavori, per raggruppamento temporaneo di tipo verticale si intende una riunione di concorrenti nell\'ambito della quale uno di essi realizza i lavori della categoria prevalente; per lavori scorporabili si intendono lavori non appartenenti alla categoria prevalente e così definiti nel bando di gara, assumibili da uno dei mandanti; per raggruppamento di tipo orizzontale si intende una riunione di concorrenti finalizzata a realizzare i lavori della stessa categoria". Comma 6: "I lavori riconducibili alla categoria prevalente ovvero alle categorie scorporate possono essere assunti anche da imprenditori riuniti in raggruppamento temporaneo di tipo orizzontale" (ATI mista)

Slide 19

Requisiti di ordine generale – craftsmanship. 38, comma 1, lett. a) " Sono esclusi dalla

Recommended
View more...